facebook
   
 

Newsletter Novembre 2013

scarica Newsletter 4
Newsletter Maggio 2013

scarica Newsletter 3
Newsletter Febbraio 2013

scarica Newsletter 2
Newsletter Ottobre 2012

scarica Newsletter 1
Metti sotto "contratto" il tuo giardino e aiuti Legambiente
Accade in Lombardia, una regione dove l’espansione urbanistica è inarrestabile e dove le aree verdi e i paesaggi vengono cancellati da cemento e costruzioni. «Molte volte senza un motivo concreto. Ci sono parcheggi e capannoni abbandonati che non servono a nulla e portano via suolo naturale, pubblico e privato». A dirlo è Marzio Marzorati, responsabile aree protette di Legambiente Lombardia che questa mattina, sabato 12 marzo, è arrivato alla sede varesina per lanciare la campagna “Custodia del territorio”.  E le adesioni sono arrivate anche dai varesini. Il primo non poteva che essere Alberto Minazzi, coordinatore provinciale di Legambiente che questa mattina ha firmato il contratto di “Custodia del Territorio” mettendo in custodia il suo giardino, sul quale si impegna a non costruire per un periodo di almeno 5 anni.
Patto per il verde tra i cittadini
Il Comune di Usmate Velate è il primo ad aderire all'iniziativa di Legambiente. Il Comune ha mantenuto il territorio edificabile al 34% indice del tutto eccezzionale in Brianza. L'area inserita nella rete dei Custodi del territorio è il Bosco della Cassinetta, un'Oasi da molti anni curata dal Circolo Legambiente della città. La superfice complessiva dell'area è di 18 ettari confina con il Comune di Camparada ed è inserita nel Parco Locale di Interesse Sopracomunale dei Colli.
L'invito di Legambiente ai lecchesi: diventare Custodi del Territorio
Intervista a Marzio Marzorati sulla proposta di Custodia del territorio. Realizzare un contratto per "tenere d'occhio un angolo speciale del terrorio per proteggerlo dalla devastazione.
La pace si conquista anche con la lotta contro il cemento
Non bisogna piangersi addosso dicendo: il lago, il paese non sono più quelli di una volta. Non dobbiamo trasmettere questo atteggiamento negativo alle nuove generazioni, bensì lavorare per custodire e tutelare la nostra terra. "Come cattolici dovete sentirvi impegnati nella difesa dell'ambiente", questo è l'appello della Marci del Decanato di Lecco.
Custodia del territorio: Lombardia-Catalunya a confronto
La scorsa primavera una delegazione catalana ha visitato Boscoincittà e Parco delle Cave confermando l’interesse di italiani e stranieri per un’esperienza che coniuga la cura del territorio con la partecipazione dei cittadini. La visita della delegazione catalana con rappresentanti di AccióNatura, Ajuntament de Tremp, Obra Social de Caixa Catalunya, Parc Natural de l’Alt Pirineu, Xarxa de custodia del territori è stata organizzata da Legambiente Lombardia nell’ambito dell’iniziativa Custodia del territorio che, in Italia, nasce dall’interessamento dell’associazione per lo sviluppo di iniziative popolari finalizzate alla conservazione del suolo (inteso come bene comune), alla valorizzazione del territorio e alla cura del paesaggio.
Legambiente pensa ai Custodi
Cosa ne pensa ad esempio Legambiente dell’idea lanciata ieri dal presidente della Comunità montana Alberto Denti di creare squadre di volontari con esponenti delle tante associazioni del territorio, le «ronde della castagna» per dirla con un termine forte che va di moda oggi, per dare una risposta alle esigenze di chi vede saccheggiata la sua proprietà privata?