facebook
mq a custodia
12.219.351

Tot. custodi
79





Cercando si trova quel che si desidera incontrare”, per cui abbiamo cercato d’imparare dagli altri e gli altri sono stati molto disponibili e attenti ai nostri desideri. Abbiamo conosciuto l’esperienza della Land Stewardship ben sviluppata in Nord America e soprattutto siamo venuti in contatto con gli amici catalani della Xarxa de Custòdia del Territori, una rete di aree soggette a custodia ben radicata e molto attiva in tutta la Spagna.

In Italia siamo partiti da RETENATURA, il sistema di oasi e aree protette di Legambiente. L'obiettivo generale della rete è l’attivazione della società civile e del volontariato locale nella riappropriazione degli spazi extraurbani, in particolare di quelle aree che, pur custodendo significativi patrimoni naturalistici, sono oggetto di crescente abbandono e marginalizzazione. Grazie a RETENATURA abbiamo sviluppato interventi di rinaturazione, creato percorsi naturalistici, studiato e tutelato la salute degli ecosistemi, recuperato il patrimonio culturale e organizzato campi di volontariato. Nella pratica di conservazione e valorizzazione di questi spazi è stata indispensabile la relazione tra associazionismo ed enti pubblici locali: questa collaborazione ha accompagnato sin dall’inizio l’esperienza del sistema Oasi di Legambiente ed è stata la base su cui avviare il progetto di Custodia del Territorio.

La campagna di adesione e diffusione della Custodia del Territorio nasce nel 2009 con il progetto “Think Green, persone che hanno cura del territorio” finanziato dalla Fondazione Cariplo. Questa iniziativa ci ha permesso di avviare la prima fase operativa della nostra proposta di “conservazione privata”, che ha trovato il suo naturale proseguimento nel 2011 con il progetto Cariplo “Vivilaterra, strumenti di formazione per la Custodia del Territorio”, orientato a rispondere al bisogno dei Custodi di valorizzare il proprio terreno migliorando il suo valore ambientale e identitario. L’idea progettuale nasce da un fertile incontro con il laboratorio ZooPlantLab dell'Università Bicocca, specializzato in formazione e ricerca sulla biodiversità, e l’ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle foreste) che oltre ad essere un Ente strumentale della Regione Lombardia offre servizi tecnici al settore agricolo forestale pubblico e privato.

Grazie all'esperienza maturata in questi anni è stato possibile partecipare come partner italiani a “LandLife”, un progetto europeo Life+ che mira a comunicare e diffondere il valore della Custodia del Territorio al grande pubblico, alle istituzioni, ai progettisti e agli specifici portatori di interesse locali.